n° 3 
15 febbraio 2019 


Enterprise Europe Network è la più grande rete a supporto delle PMI a livello mondiale, presente in più di 60 Paesi e composta da oltre 600 partner locali, raggruppati localmente in consorzi. 

La Rete e i suoi membri mettono a sistema la propria esperienza sul business a livello internazionale con le competenze locali per supportare l’introduzione dell’innovazione nel mercato. 

La Rete fornisce assistenza personalizzata alle imprese per accelerarne la crescita, sviluppare nuovi partenariati commerciali e tecnologici, favorire l’accesso al credito e la partecipazione a programmi di finanziamento europei
  

 

EUROSPORTELLO

  
news - eventi
MEET AND MATCH @ITB 2019 - INTERNATIONAL MATCHMAKING FOR TOURISM BUSINESS ITB 2019 
BERLINO (GERMANIA), 6-8 MARZO 2019

Unioncamere del Veneto-Eurosportello in collaborazione con la Camera di Commercio di Brandeburgo, il Cluster Tourismus Brandenburg e la rete Enterprise Europe Network (600 uffici presenti in 66 Paesi del mondo) organizza l’evento di incontri bilaterali

MEET AND MATCH @ITB 2019
International Matchmaking for Tourism Business ITB2019
Berlino (Germania), 6-8 marzo 2019
Hall 12, Booth 101/01, Messe Berlin
Messedamm 22

Settori di interesse:

  • soluzioni digitali per le spa/salute
  • turismo creativo

La partecipazione all’evento B2B è gratuita , le spese di viaggio, vitto ed alloggio sono a carico dell’azienda.
Per assistenza: Rossana Colombo – tel. 041 0999415 - e-mail: rossana.colombo@eurosportelloveneto.it;  Roberto Bassetto - tel. 041 0999419 – e-mail: roberto.bassetto@eurosportelloveneto.it
Per approfondimenti: Circolare informativa

BROKERAGE EVENT IN THE FRAMEWORK OF THE INTERNATIONAL FAIR OF METAL PROCESSING STOM 2019 KIELCE (POLONIA), 27 MARZO 2019
 Unioncamere del Veneto-Eurosportello in collaborazione con la Camera di Commercio e Industria di Staropolska e la rete Enterprise Europe Network (600 uffici presenti in 66 Paesi del mondo) organizza l’evento di incontri bilaterali


STOM 2019
Kielce (Polonia) – 27 marzo 2019

Settori di interesse:

  • Taglio e lavorazione dei fogli metallici 
  • Macchinari ed attrezzature per la lavorazione dei metalli
  • Tecnologie laser per l’industria dei metalli 
  • Robot industriali
  • Tecnologie della misurazione e controllo 
  • Tecnologie e macchinari per la saldatura
  • Tecnologie per il trattamento delle superfici
  • Stampa 3D
  • Lavorazione virtuale

La partecipazione all’evento B2B è gratuita , le spese di viaggio, vitto ed alloggio sono a carico dell’azienda.
Per assistenza: Rossana Colombo – tel. 041 0999415 - e-mail: rossana.colombo@eurosportelloveneto.it;  Roberto Bassetto - tel. 041 0999419 – e-mail: roberto.bassetto@eurosportelloveneto.it
Per approfondimenti: Circolare informativa

BANDO PER IL FINANZIAMENTO DELLA MOBILITÀ IN ISRAELE DI GIOVANI START-UP ITALIANE
Nell’ambito delle attività previste dall’Accordo italo-israeliano di cooperazione industriale, scientifica e tecnologica, l’Ambasciata d’Italia in Israele intende avviare un programma di agevolazione della mobilità in Israele delle giovani start-up italiane. 
Il programma sarà realizzato in collaborazione con Intesa Sanpaolo Innovation Center e con acceleratori israeliani che ospiteranno le start-up, individuati in collaborazione con l’Autorità per l’Innovazione israeliana. 
Il bando (All. 1) mira ad agevolare un breve periodo di accelerazione in Israele di giovani start-up italiane che abbiano un interesse a sviluppare il proprio piano d’impresa (business plan) in Israele.
La mobilità sarà agevolata per tre mesi con un finanziamento forfettario pari a 10.000 Euro per start-up. 
La scadenza per le domande, e per accedere alla selezione è il 15 Marzo 2019. Le domande dovranno essere inviate tramite posta elettronica certificata all'indirizzo amb.telaviv@cert.esteri.it  entro e non oltre le ore 17.00 del giorno 15 marzo 2019, utilizzando l'apposito modello di domanda (All. 2).
Eventuali richieste di chiarimenti potranno essere inviate all'indirizzo e-mail telaviv.scienza@esteri.it  
Vi invitiamo a leggere il link, che offre una visione completa dell'offerta e delle modalità di partecipazione
 https://ambtelaviv.esteri.it/ambasciata_telaviv/resource/doc/2019/01/bando_startup_220119.pdf    
per quanto concerne il modello di domanda, questo può essere anche scaricato al link in calce
 https://ambtelaviv.esteri.it/ambasciata_telaviv/resource/doc/2019/01/bando_startup_domanda_220119.docx   
Questionario di gradimento dei servizi Unioncamere - Eurosportello del Veneto
Per una valutazione dei servizi offerti nel nostro territorio, vi chiediamo di rispondere a un breve questionario che ci permetterà di conoscere meglio l’utilizzo dei nostri servizi da parte delle imprese e dei soggetti del territorio e il vostro grado di soddisfazione.
Il questionario è anonimo ed è possibile accedervi cliccando qui.

Vi ringraziamo anticipatamente per la collaborazione!
fornitura di servizi specialistici e di consulenza
Appello alla manifestazione d'interesse - fornitura di servizi specialistici e di consulenza per Unioncamere del Veneto - Eurosportello del Veneto
 
NORMATIVA COMUNITARIA
QUESTIONI GENERALI, ISTITUZIONALI E FINANZIARIE
PARERE DELLA COMMISSIONE sulla richiesta di modificare il protocollo n. 5 sullo statuto della Banca europea per gli investimenti presentata dalla Banca europea per gli investimenti l'11 ottobre 2018 COM(2019) 36 final
POLITICA DEI TRASPORTI
RELAZIONE DELLA COMMISSIONE AL PARLAMENTO EUROPEO E AL CONSIGLIO sull'esercizio del potere di adottare atti delegati conferito alla Commissione a norma della direttiva 2014/90/UE del Parlamento europeo e del Consiglio, del 23 luglio 2014, sull'equipaggiamento marittimo COM(2019) 34 final
RELAZIONE DELLA COMMISSIONE AL PARLAMENTO EUROPEO E AL CONSIGLIO Sesta relazione sul monitoraggio dello sviluppo del mercato ferroviario {SWD(2019)13final} COM(2019) 51 final
UNIONE DOGANALE E LIBERA CIRCOLAZIONE DELLE MERCI
RELAZIONE DELLA COMMISSIONE AL PARLAMENTO EUROPEO E AL CONSIGLIO sulla valutazione intermedia del programma Dogana 2020{SWD(2019)14final} COM(2019) 57 final
POLITICA FISCALE E FINANZIARIA
RELAZIONE DELLA COMMISSIONE AL PARLAMENTO EUROPEO E AL CONSIGLIO Valutazione intermedia del programma Fiscalis2020{SWD(2019)15final} COM(2019) 59 final
RELAZIONI ESTERNE 
RELAZIONE DELLA COMMISSIONE AL PARLAMENTO EUROPEO E AL CONSIGLIO Relazione annuale sull'attuazione degli strumenti dell'Unione europea per il finanziamento delle azioni esterne nel 2017 {SWD(2019)12final} COM(2019) 37 final
gare d'appalto
Visualizza le GARE D'APPALTO per lavori, servizi e forniture. 
Per ricevere le gare selezionate in base al vostro settore d’attività, iscrivetevi al servizio gratuito EUROAPPALTI.
ricerca partner
Ricerca le Idee progettuali di partner stranieri interessati a presentare progetti europei con partner italiani.
bandi europei
Apri l’elenco completo dei bandi UE aperti, selezionati dalla Gazzetta ufficiale serie C e dai siti delle diverse Direzioni Generali dell’ Europea.
bandi e fondi struttuali
PRESENTAZIONE BANDO POR FESR AZ 311C A FAVORE DELLE IMPRESE CULTURALI
PADOVA, 18 FEBBRAIO 2019
L’Assessore al territorio, cultura e sicurezza della Regione del Veneto ha il piacere di invitarla alla presentazione del Bando POR FESR 2014-2020 azione 3.1.1c “Aiuti per investimenti in macchinari, impianti e beni intangibili, e accompagnamento dei processi di riorganizzazione e ristrutturazione aziendale” a favore delle imprese culturali, creative e dello spettacolo
lunedì 18 febbraio 2019 – ore 15.00
Teatro Verdi
Via dei Livello, 32 – PADOVA
L'invito è reperibile al LINK
- REGISTRAZIONE -
NUOVO BANDO PER LA CAPITALIZZAZIONE NEL 2019 
Sarà aperto dal 4 marzo al 5 luglio 2019 il bando sperimentale del Programma Interreg CENTRAL EUROPEIl 4 marzo 2019 si aprirà un nuovo bando di carattere sperimentale. L’obiettivo sarà quello di capitalizzare i promettenti risultati degli 85 progetti Interreg CENTRAL EUROPE finanziati fino ad ora.Indicativamente 10 milioni di euro FESR saranno disponibili per un ulteriore sviluppo a livello regionale e locale dei risultati dei progetti esistenti, nonché per migliorare l’elaborazione delle politiche territoriali. Il bando, inoltre, incoraggerà un più stretto coordinamento con altri strumenti di finanziamento dell’UE come Horizon 2020, Connecting Europe Facility o LIFE.Le organizzazioni interessate avranno tempo fino al 5 luglio 2019 per costruire i loro partenariati transnazionali e pianificare attività concrete. Informazioni più dettagliate saranno rese di sponibili attraverso un apposito manuale che verrà pubblicato all’apertura del bando.
Consultate il sito di Programma.
eurocooperazioni
Visualizza l’elenco delle aziende straniere che cercano cooperazioni internazionali
 

sportello bruxelles

  
NOTIZIE DALLA sede DI BRUXELLES
Mosaicum Europa
E' disponibile il nuovo numero di MosaicoEuropa, newsletter quindicinale focalizzata sui temi europei clicca qui.
Unioncamere Veneto inaugura la nuova sede a Bruxelles presso la Regione del Veneto 

Bruxelles, 6 febbraio 2019 | Una cerimonia d’inaugurazione significativa, quella della nuova sede di Unioncamere Veneto, presso gli uffici di Bruxelles della Regione del Veneto in Avenue de Tervueren 67. La volontà espressa dal sistema camerale, e in primis dal Presidente di Unioncamere Veneto Mario Pozza, è quella di lavorare in rete tra le Istituzioni regionali per rappresentare la voce delle imprese venete a vantaggio delle economie dei territori. 
«Il Governo con la post riforma ci ha dato l’incarico d’internazionalizzare le micro, piccole medie imprese, e questa sede è un’ottima postazione operativa in Europa che ci permetterà un dialogo più facile e maggiormente rappresentativo per portare le esigenze delle imprese anche nelle sedi europee e condividere la voce dell’Europa tra le nostre imprese» afferma il Presidente Pozza.
All’inaugurazione il Presidente di Unioncamere Veneto ha invitato tra le autorità il Governatore del Veneto Luca Zaia, l’ambasciatrice d’Italia a Bruxelles s.e. Elena Basile e il sindaco di Venezia e Città metropolitana di Venezia Luigi Brugnaro. Le imprese che hanno sponsorizzato l’evento. 
«Già da questo prima occasione istituzionale – puntualizza Pozza - abbiamo voluto portare con noi le imprese venete che hanno sponsorizzato l’inaugurazione con i propri prodotti e che con orgoglio presentiamo alla diplomazia invitata all’evento affinché l’«Italian taste» diventi una cultura e si rafforzi combattendo le sofisticazioni che danneggiano la nostra economia agroalimentare». 
«Il Veneto ha numerose risorse, collaborare a Bruxelles con il sistema camerale della nostra Regione può solo implementare le sinergie e le collaborazioni producendo risultati positivi per il Nostro Territorio – sottolinea Luca Zaia, Presidente della Regione Veneto –. Siamo orgogliosi di veder tornare a casa Unioncamere Veneto». 
«Un sentito ringraziamento al Presidente Pozza di Unioncamere Veneto per la partnership e al Presidente della Regione Veneto Luca Zaia con cui abbiamo una bellissima collaborazione e con cui stiamo lavorando al rilancio dell’area industriale di Porto Marghera e delle infrastrutture del territorio a servizio delle imprese – il pensiero di Luigi Brugnaro, sindaco di Venezia e della Città metropolitana di Venezia che nell’occasione ha preso domiciliazione nella sede di Bruxelles di Unioncamere Veneto –. Venezia è una carta che vogliamo che l’Europa possa giocare sui campi internazionali».
Presente dal 1996 a Bruxelles con una propria sede di rappresentanza, Unioncamere Veneto da sempre si occupa di facilitare dialogo e confronto tra il sistema economico ed imprenditoriale veneto e le Istituzioni comunitarie, accompagnando ed assistendo le imprese e le Istituzioni regionali nel monitoraggio e partecipazione ai bandi comunitari e alla conoscenza delle maggiori politiche europee al fine di agevolarne l’integrazione. Particolare attenzione è poi dedicata a tutte le attività di promozione delle eccellenze del territorio. 
«Siamo orgogliosi di poter offrire il Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore DOCG per inaugurare un luogo di rappresentanza della nostra regione in Europa» afferma Innocente Nardi, Presidente del Consorzio di Tutela del Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore DOCG. «Quest’anno celebriamo i Cinquant’anni della nostra denominazione e quindi cogliamo questa occasione per brindare anche al nostro successo, a cui l’Europa in generale contribuisce, essendo molti dei Paesi aderenti all’Unione, mercati fondamentali per noi produttori».
«Come è noto la sfida con i distillati internazionali richiede grandi investimenti sulla rete vendita e sulla comunicazione e per raggiungere gli obiettivi prefissati è necessario condividere anche con le Istituzioni quali Unioncamere Veneto, Ambasciate e Regione del Veneto un progetto che dia alla Grappa la giusta visibilità, un’immagine autentica ed univoca, facile da capire, legata al “made in Italy”» ha sottolineato Roberto Castagner, titolare della distilleria Castagner che ha fornito i propri prodotti in occasione dell'inaugurazione.
A Bruxelles Unioncamere Veneto gestisce anche un servizio di domiciliazione offrendo agli Enti locali, Università, Associazioni di categoria del Veneto la possibilità di avere un contatto diretto con le Istituzioni comunitarie e una presenza strategica dove vengono prese importanti decisioni per l’Italia e il Veneto. 
In quest’ottica, a Bruxelles è stata oggi ufficializzata la domiciliazione della Città metropolitana di Venezia. 
Accordo di partenariato economico UE-Giappone: tutti i benefici per le PMI del Veneto
In data 1° Febbraio 2019 è ufficialmente entrato in vigore l’accordo di partenariato economico siglato dall’Unione Europea con il Giappone; la trattativa, negoziata lo scorso dicembre dalla Commissione europea, rappresenta il primissimo accordo quadro bilaterale concluso con lo stato nipponico.
L’intesa, mirata allo sviluppo di un commercio più semplice e rapido tra partner commerciali, creerà una zona di libero scambio che interesserà più di 635 milioni di persone e circa un terzo del PIL mondiale; inoltre, è il primo accordo commerciale concluso dall’UE che include riferimenti espliciti all’accordo sui cambiamenti climatici di Parigi.
Tra i vantaggi di questo accordo rientrano l’eliminazione della maggior parte dei dazi doganali tra i membri dell’UE e il Giappone (per un valore di oltre un miliardo di euro) e la semplificazione normativa per lo scambio di specifici beni/servizi, tra cui l’import-export di automobili.
Inoltre, elemento chiave dell’accordo sarà l’apertura del mercato giapponese (oltre 127 milioni di consumatori) ai principali prodotti agricoli dell’UE, aumentando l’esportazione dei paesi Membri in numerosi settori. 
Nuove opportunità per le PMI venete
Grazie al trattato, saranno numerose le aziende venete che potranno beneficiare di liberalizzazioni e drastiche riduzioni tariffarie e in particolare, le piccole medio imprese (PMI), che rappresentano annualmente il 78% degli esportatori in Giappone.
Nel settore agroalimentare per esempio, saranno soppressi i dazi su moltissimi formaggi (che mediamente si attestavano intorno al 30%) e riconosciuti marchi IGP come quelli del Consorzio Asiago Dop e Grana Padano Dop.
Il settore vitivinicolo, eccellenza enogastronomica della nostra Regione trainato dalle esportazioni in continua crescita del prosecco, potrà giovare dell’eliminazione delle tariffe doganali verso la nazione nipponica (a cui precedentemente si applicava un dazio del 15% in media), consentendo l’espansione e il rafforzamento dell’export di vini e bevande alcoliche nel mercato asiatico.
Un altro vantaggio dell’accordo sarà la progressiva diminuzione delle tariffe doganali applicate sull’esportazione della carne: la carne di maiale trasformate saranno esenti dalle imposte doganali mentre quelle fresche saranno sottoposte a un regime doganale prossimo allo zero; per quanto riguarda la vendita di carni bovine, il partenariato consentirà la riduzione dei dazi dal 35% al 9 % nell’arco dei prossimi 15 anni.
Con l’intesa viene inoltre liberalizzata l’esportazione di molti prodotti agricoli, come il radicchio rosso di Treviso IGP, che sta di recente nutrendo interesse nel Paese del Sol Levante; restano invece esclusi dall’abolizione tariffaria i cereali e in modo particolare il riso.
La nuova partnership commerciale tra Paesi Membri e Giappone eliminerà anche i dazi doganali esistenti (in modo progressivo) su prodotti agricoli trasformati come pasta, cioccolato, cacao in polvere, dolciumi, i biscotti, i derivati dell'amido, conserve di pomodoro e salse; diminuzioni tributare vengono inoltre applicate per il commercio di fecola di patate, latte in polvere, burro e siero di latte.
Per quanto riguarda il comparto manifatturiero, l’accordo prevede la soppressione dei tributi vigenti per le sostanze chimiche, materie plastiche, cosmetici e prodotti tessili; anche il settore calzaturiero beneficerà da questo patto: i dazi applicati si riducono al 21% dal 1° febbraio, per poi essere lentamente soppressi nel corso dei 10 anni successivi.
Infine, con il suddetto accordo, le società europee potranno partecipare a gare d'appalto nei principali centri urbani del Giappone (48 città giapponesi con una popolazione compresa tra 300 000 e 500 000 abitanti), alle stesse condizioni delle società giapponesi; l'accordo inoltre elimina gli ostacoli esistenti negli appalti nel settore ferroviario.
Bruxelles – nuove regole corpo europeo solidarietà
Più opportunità di volontariato per i giovani tra i 18 e 30 anni, anche nel campo degli aiuti umanitari e al di fuori dell'Unione europea. Sono le principali novità del nuovo corpo di solidarietà Ue per il 2021-2027, approvate dalla commissione per la Cultura del Parlamento Ue con 14 voti a favore, uno contrario e un'astensione.
Più spazio, dunque, alla possibilità di fare volontariato al di fuori dell'Ue. I partecipanti che vorranno candidarsi dovranno essere altamente qualificati e dovranno ricevere una formazione di base, soprattutto nel caso in cui sia previsto un lavoro con persone e minori vulnerabili. Gli eurodeputati hanno inoltre deciso di aggiornare il programma per facilitare l'accesso ai ragazzi che hanno bisogno di sostegno, inserendo la possibilità di aderire solo part-time.
Il nuovo programma per sostenere le attività legate alla solidarietà avrà un budget complessivo proposto di 1,26 miliardi di euro. 
Bruxelles – Agenzia europea dei chimici (Echa): divieto Ue microplastiche è giustificato
Le microplastiche aggiunte intenzionalmente a cosmetici e altri prodotti comportano rischi per la salute e l'ambiente e restrizioni a livello Ue sono giustificate. Sono le conclusioni del rapporto dell'Agenzia europea dei chimici (Echa) sulle microplastiche, richiesto dalla Commissione europea. Con il divieto proposto dall'Esecutivo Ue in vigore, sottolinea la Echa, si avrebbe una riduzione delle emissioni di microplastiche di circa 400 mila tonnellate in 20 anni.
Secondo l'analisi dell'Echa, le microplastiche aggiunte intenzionalmente nei prodotti (quindi non da usura di pneumatici o tessuti) hanno maggiori probabilità di accumularsi negli ambienti terrestri, poiché le particelle si concentrano nei fanghi di depurazione che vengono spesso applicati come fertilizzanti. Una proporzione molto più piccola di queste microplastiche viene rilasciata direttamente nell'ambiente acquatico. Le microplastiche possono essere estremamente persistenti nell'ambiente, anche per migliaia di anni.
Bruxelles - Le città e le regioni dell'UE fissano le priorità per il 2019 in materia di ambiente, energia e clima
I governi locali e regionali sono decisi a fare pressione sugli Stati membri affinché innalzino le loro ambizioni in materia di clima, stabiliscano obiettivi di riduzione della povertà energetica e includano le città e le regioni nei piani nazionali per il clima e l'energia, da presentare entro la fine dell'anno.
La commissione Ambiente, cambiamenti climatici ed energia (ENVE) del Comitato europeo delle regioni (CdR) ha adottato il suo programma di lavoro per il 2019. Oltre alla protezione dell'ambiente e della biodiversità, in cima all'agenda figurano la transizione verso l'energia pulita in Europa, la povertà energetica, i cambiamenti climatici e l'attuazione dell'accordo di Parigi. Il programma di lavoro della commissione ENVE avrà come punto di riferimento gli obiettivi di sviluppo sostenibile (OSS), che costituiscono il piano intersettoriale 2030 per un futuro migliore e più sostenibile in tutto il mondo.
Bruxelles - L'aumento del bilancio per il programma Erasmus
Durante il dibattito con il commissario europeo, i leader locali e regionali sottolineano l'importanza di investire nell'istruzione e nella cultura per rafforzare l'identità europea.
Pur accogliendo con favore la proposta della Commissione europea di raddoppiare il bilancio destinato al programma Erasmus, il Comitato europeo delle regioni (CdR) ha richiamato l'attenzione sulla necessità di migliorare l'inclusività di questo programma dell'UE in modo che esso raggiunga tutte le fasce d'età, tutte le estrazioni sociali e tutte le forme di istruzione e formazione. In un dibattito con il commissario europeo Tibor Navracsics, i membri dell'Assemblea dell'UE dei rappresentanti regionali e locali hanno evidenziato l'importanza dell'istruzione e della cultura per rafforzare l'identità europea e hanno espresso il loro sostegno allo spazio europeo dell'istruzione, che dovrebbe essere completato entro il 2025.
approfondimenti
Assicurazione auto: più protezione alle vittime degli incidenti stradali grazie alle nuove norme europee
Nonostante le strade europee siano le più sicure al mondo, nel 2017 sono state 25.300 le persone che hanno perso la loro vita e 135.000 quelle ferite gravemente in un incidente stradale. La maggior parte delle vittime sono utenti della strada vulnerabili o deboli, come i bambini, i pedoni, i ciclisti, i motociclisti e le persone anziane.
Per meglio proteggere le vittime degli incidenti stradali in UE, il 13 febbraio 2019 il Parlamento vota la proposta che migliora la direttiva attualmente in vigore sulle assicurazioni auto. Le nuove regole assicurano risarcimenti più equi, dissuadono dall’uso di auto non coperte da assicurazione e garantiscono uguali trattamenti ai contraenti delle polizze dei diversi stati membri.
Gli eurodeputati sono anche al lavoro per norme più sicure sulla sicurezza stradale, così da ridurre il numero delle vittime sulle strade europee.
Più protezione per le vittime
Nel caso in cui una compagnia assicuratrice sia insolvente, può succedere che le vittime degli incidenti stradali non siano risarcite o ricevano i soldi del risarcimento con ritardo. Con l’entrata in vigore delle nuove norme, la responsabilità per il risarcimento in questi casi ricadrebbe sugli stati membri. Gli eurodeputati propongono inoltre che il risarcimento sia erogato entro un periodo massimo di sei mesi.
I cittadini europei beneficerebbero degli stessi livelli di protezione. Per danni alla persona, le vittime avrebbero diritto a una copertura assicurativa di almeno € 6.070.000 per incidente, a prescindere dal numero delle vittime, o di € 1.220.000 per vittima. Per danni alla proprietà, la copertura minima prevista diventa di € 1.220.000 per richiesta di risarcimento, indipendentemente dal numero delle vittime. Gli stati membri possono anche alzare le cifre suddette.
Premi assicurativi più convenienti
Con le nuove norme si richiede alle compagnie assicuratrici di permettere che la storia assicurativa sia trasferibile all’estero, dando così la possibilità ai cittadini europei che si trasferiscono in un altro paese di poter godere di uguali benefici, senza differenze con i contraenti locali. Ciò implicherebbe che i cittadini europei avrebbero accesso a premi più vantaggiosi o a possibili sconti, a prescindere dalla loro nazionalità o dal precedente stato di residenza.
Fermare i veicoli non assicurati
I veicoli non coperti da polizza sono un problema crescente nell’UE, che costa milioni di euro e fa aumentare i premi assicurativi pagati dai cittadini. La proposta del Parlamento permetterebbe ai paesi dell’UE di condurre controlli sistematici trans-frontalieri grazie a tecnologie come il riconoscimento della targa, e di imporre le dovute penalizzazioni.
Quali sono i veicoli inclusi nella nuova direttiva?
Le norme coprirebbero la maggior parte dei veicoli. Le bici elettriche, i segway e gli scooter elettrici sono esclusi perché sono più piccoli e causano danni minori alle persone e alle proprietà. Inoltre, l’applicazione delle norme sull’assicurazione auto potrebbe scoraggiarne l’uso. Sono esclusi anche i veicoli per gli sport motoristici, in quanto sono generalmente coperti da altre forme di responsabilità.
I prossimi passi
Una volta che le norme saranno approvate dal Parlamento, gli eurodeputati dovranno avviare i negoziati con il Consiglio prima che le norme possano entrare in vigore.
Quando le regole saranno effettive, la Commissione dovrà poi valutare la loro applicazione per ciò che riguarda le auto a guida autonoma.
eventi
Il 19 Febbraio 2019: “Circular Economy Competences Making the Case for Lifelong Learning” European Parliament, Room ASP 3H1, Bruxelles
Il 20 Febbraio 2019: “EESC Plenary session"  Charlemagne Building, European Commission, Bruxelles 
Il 21 Febbraio 2019: “Covenant of Mayors Investment Forum - Energy Efficiency Finance Market Place” 
Crowne Plaza Hotel, Bruxelles
Il 26 Febbraio 2019: “High-level Conference “Multimodal transport – towards the future”  Crowne Plaza Hotel, Bruxelles
    

sportello apre

  
NOTIZIE
VERSO HORIZON EUROPE. MISSIONS - QUALI ATTESE
FERRARA, 12 MARZO 2019
Organizzato da: APRE – Agenzia per la promozione della Ricerca Europea, Regione Emilia-Romagna e ASTER. 
Sarà il concetto di Missions al centro del prossimo evento Verso Horizon Europe organizzato il 12 Marzo 2019 dall’Università di Ferrara, in collaborazione con APRE – Agenzia per la promozione della Ricerca Europea, la Regione Emilia-Romagna e ASTER.
L’obiettivo dell’iniziativa è fare il punto sul processo europeo di definizione concettuale e operativa delle Mission, creando al contempo l’occasione per una riflessione tra attori nazionali.
Il confronto avverrà attraverso un dialogo a più voci tra la Commissione Europea, le istituzionali nazionali e i principali protagonisti della Ricerca e Innovazione italiana.
Per maggiori informazioni:
Serena Borgna, APRE, borgna@apre.it 
Programma della giornata (PDF)
VERSO HORIZON EUROPE - MSCA (MARIE SKŁODOWSKA-CURIE ACTIONS)
PADOVA, 25 MARZO 2019 
Università degli Studi di Padova - Aula Magna, Palazzo Bo (Via VIII Febbraio 2 - Padova)
Organizzato da: APRE, Università degli Studi di Padova e Università Ca’ Foscari di Venezia 
Il ruolo centrale delle MARIE SKLODOWSKA-CURIE ACTIONS (MSCA) nel
prossimo Programma Quadro dell’UE in Ricerca e Innovazione: HORIZON EUROPE
Questo tema sarà al centro di un dibattito pubblico lanciato dalla Agenzia per la Promozione della Ricerca Europea, APRE, e aperto al confronto in una giornata evento organizzata in collaborazione con l’Università degli Studi di Padova e l’Università Ca’ Foscari di Venezia.
I Protagonisti coinvolti in Ricerca e Innovazione in Italia si incontreranno con i rappresentanti istituzionali europei e nazionali per affrontare un concetto di fondo: “Continuation, No Revolution”. Come cambiare e cosa cambiare per riuscire a rendere questo strumento sempre più efficace per promuovere la crescita culturale dei nostri ricercatori eccellenti e il loro inserimento in ambito R&I? Quali sono le aspettative, l'ambizione e le prospettive di sviluppo nella nostra comunità nazionale?
La giornata s’inserisce all’interno di una serie di iniziative volte a contribuire alla definizione del futuro programma quadro in modo coerente con le attese della comunità nazionale della R&I.
La registrazione dei partecipanti è prevista dalle ore 10.30 alle ore 11.00. L'evento terminerà alle ore 16.15
La bozza di programma sarà disponibile a breve.
Per maggiori informazioni: msca@apre.it 
CORSO DI FORMAZIONE 
GLI ASPETTI LEGALI E FINANZIARI IN HORIZON 2020:
DALLA PROPOSTA ALLA GESTIONE DEL GRANT AGREEMENT
Roma, 14 e 15 marzo 2019
L'obiettivo del corso è fornire gli elementi (le nozioni) di tipo legale e finanziario per accompagnare il proponente nelle varie fasi progettuali, dalla proposta alla gestione, fino alla rendicontazione dei costi.
Una parte del corso verrà dedicata all’esercitazione con simulazione guidata sulla costruzione del budget e la rendicontazione del progetto. 
Per il programma e iscrizione on line:
http://www.apre.it/corsi-di-formazione/2019/gli-aspetti-legali-e-finanziari-14-15-marzo/  
http://www.apre.it/corsi-di-formazione/  
  

GOINg abroad, a cura di eurocultura

  
Eurocultura, fondata nel 1993, è un'associazione culturale con sede a Vicenza, che gli è assegnata il compito di facilitare i propri soci nella realizzazione di attività di lavoro, stage, volontariato e formazione all'estero. Il suo obiettivo è di fornire un quadro completo sia delle opportunità all'estero sia delle difficoltà da superare, il che permette ai soci di trovare l'offerta adeguata alle proprie necessità. 

Eurocultura
Via del Mercato Nuovo, 44/G
36100 Vicenza
tel. 0444 - 964 770
fax 0444 - 960 129
info@eurocultura.it  
www.eurocultura.it  
    
    

CONTATTI

  

Per non ricevere la newsletter ciccare QUI
Eurosportello informa - Anno XXIII N 3 2019
Pubblicazione quindicinale di Eurosportello del Veneto
Via delle Industrie 19/d 30175 Venezia-Marghera Tel.041 0999411 Fax. 041 0999401
www.eurosportelloveneto.it e-mail: europa@eurosportelloveneto.it   

Autorizzazione del Tribunale di Venezia n. 1376 del 15/12/00
Direttore Responsabile: Roberto Crosta
Comitato di redazione: Roberta Lazzari

Hanno collaborato: Roberto Bassetto, Chiara Bianchini, Rossana Colombo, 
Stefania De Santi, Laura Manente, Filippo Mazzariol, Ludovica Munari, Luca Pavanato, Samuele Saorin, 
Alessandra Vianello, Alessandro Vianello