n° 1 
15 gennaio 2019 


Enterprise Europe Network è la più grande rete a supporto delle PMI a livello mondiale, presente in più di 60 Paesi e composta da oltre 600 partner locali, raggruppati localmente in consorzi. 

La Rete e i suoi membri mettono a sistema la propria esperienza sul business a livello internazionale con le competenze locali per supportare l’introduzione dell’innovazione nel mercato. 

La Rete fornisce assistenza personalizzata alle imprese per accelerarne la crescita, sviluppare nuovi partenariati commerciali e tecnologici, favorire l’accesso al credito e la partecipazione a programmi di finanziamento europei
  

 

EUROSPORTELLO

  
news - eventi
SECONDA EDIZIONE "GERMAN BUYERS MEET ITALY'S BEST"
I BUYER TEDESCHI CERCANO AZIENDE VENETE
La Camera di Commercio Italo-Germanica di Milano in collaborazione con l’associazione tedesca BME organizza la seconda edizione dell’evento "German Buyers Meet Italy's Best". 
Per conto di 13 aziende tedesche si ricercano fornitori italiani leader in vari settori in particolare metalmeccanico, ma non solo, con un concreto fabbisogno d’acquisto e interessate ad avviare collaborazioni a medio e lungo termine. Il termine ultimo per le candidature italiane è il 31 gennaio 2019.
Per iscrizione della candidatura e costi di partecipazione si prega di prendere visione del sito dell’iniziativa: https://www.ahk-italien.it/it/servizi/matching-subfornitura/german-buyers-meet-italys-best-2019/ 
PROGETTO DIMICOME: RICERCA DI BUONE PRASSI SULL’INCLUSIONE LAVORATIVA DEI MIGRANTI
Unioncamere, in qualità di partner del progetto di ricerca finanziato dall’Unione Europea DIMICOME (Diversity Management e Integrazione dei Migranti sul Mercato del Lavoro), sta selezionando 10 buone pratiche di imprese venete che hanno realizzato esperienze significative a favore dell’inclusione lavorativa e dello sviluppo professionale dei migranti.
Le 10 pratiche verranno selezionate tra quelle promosse da imprese profit con sede operativa in Veneto e che abbiano realizzato esperienze significative rispetto a uno o più di questi aspetti:
  • applicazione di dispositivi istituzionali e favore dell’inclusione lavorativa e lo sviluppo professionale dei migranti;
  • modelli d business in grado di combinare istanze di inclusività dei soggetti migranti e obiettivi competitivi e strategici;
  • sviluppo della cooperazione o di vere e proprie reti formalizzate con le organizzazioni pubbliche e di terzo settore.
Le buone pratiche raccolte saranno promosse a livello nazionale ed europeo attraverso un convegno pubblico e la pagina web del progetto.
Per informazioni e segnalazioni: Irene Gasperi 041 0999 316 unione4@ven.camcom.it
Sito web: http://www.ismu.org/progetto-dimicome/ 
Questionario di gradimento dei servizi Unioncamere - Eurosportello del Veneto
Per una valutazione dei servizi offerti nel nostro territorio, vi chiediamo di rispondere a un breve questionario che ci permetterà di conoscere meglio l’utilizzo dei nostri servizi da parte delle imprese e dei soggetti del territorio e il vostro grado di soddisfazione.
Il questionario è anonimo ed è possibile accedervi cliccando qui.

Vi ringraziamo anticipatamente per la collaborazione!
fornitura di servizi specialistici e di consulenza
Appello alla manifestazione d'interesse - fornitura di servizi specialistici e di consulenza per Unioncamere del Veneto - Eurosportello del Veneto
 
NORMATIVA COMUNITARIA
QUESTIONI GENERALI, ISTITUZIONALI E FINANZIARIE
COMUNICAZIONE DELLA COMMISSIONE AL PARLAMENTO EUROPEO, AL CONSIGLIO EUROPEO, AL CONSIGLIO, ALLA BANCA CENTRALE EUROPEA, AL COMITATO ECONOMICO E SOCIALE EUROPEO, AL COMITATO DELLE REGIONI E ALLA BANCA EUROPEA PER GLI INVESTIMENTI Prepararsi al recesso del Regno Unito dall'Unione europea il 30 marzo 2019 - Attuazione del piano d'azione predisposto dalla Commissione per ogni evenienza COM(2018) 890 final
POLITICA FISCALE E FINANZIARIA
RELAZIONE DELLA COMMISSIONE AL PARLAMENTO EUROPEO E AL CONSIGLIO su una panoramica e una valutazione dei dati statistici e delle informazioni sugli scambi automatici nel settore della fiscalità diretta COM(2018) 844 final
POLITICA SOCIALE
COMUNICAZIONE DELLA COMMISSIONE AL PARLAMENTO EUROPEO E AL CONSIGLIO Bilancio e possibili prospettive per quanto riguarda la situazione di non reciprocità nel settore della politica dei visti COM(2018) 855 final
CONSUMATORI
RELAZIONE DELLA COMMISSIONE AL PARLAMENTO EUROPEO E AL CONSIGLIO sul secondo riesame annuale del funzionamento dello scudo UE - USA per la privacy {SWD(2018) 497 final} COM(2018) 860 final
POLITICA REGIONALE E COORDINAMENTO DEGLI STRUMENTI STRUTTURALI
RELAZIONE DELLA COMMISSIONE AL PARLAMENTO EUROPEO, AL CONSIGLIO, AL COMITATO ECONOMICO E SOCIALE EUROPEO E AL COMITATO DELLE REGIONI Fondi strutturali e di investimento europei 2014-2020 Relazione di sintesi 2018 sulle relazioni annuali di attuazione dei programmi riguardanti l'attuazione nel periodo 2014-2017 COM/2018/816 final Segue un elenco delle risorse relative ai contenuti del documento.
Link al documento 1
Link al documento 2 
gare d'appalto
Visualizza le GARE D'APPALTO per lavori, servizi e forniture. 
Per ricevere le gare selezionate in base al vostro settore d’attività, iscrivetevi al servizio gratuito EUROAPPALTI.
ricerca partner
Ricerca le Idee progettuali di partner stranieri interessati a presentare progetti europei con partner italiani.
bandi europei
Apri l’elenco completo dei bandi UE aperti, selezionati dalla Gazzetta ufficiale serie C e dai siti delle diverse Direzioni Generali dell’ Europea.
bandi e fondi struttuali
PRESENTAZIONE BANDO POR FESR IMPRESE DI PRODUZIONE AUDIOVISIVA
L’Assessore al territorio, cultura e sicurezza della Regione del Veneto ha il piacere di invitarla alla presentazione del Bando POR FESR 2014-2020 Azione 3.3.2 a favore delle imprese di produzione audiovisiva, cinematografica e televisiva:
Venerdì 18 gennaio 2019, ore 10.00
Villa Italia - Via S. Marco, 51 - Padova
Invito
Programma
REGOLAMENTI AIUTI DI STATO
Si informa della pubblicazione sulla pagina relativa agli Aiuti di Stato dei seguenti Regolamenti: 
  • Regolamento (UE) 2018/1911 del 26 novembre 2018 che modifica il Regolamento (UE) 2015/1588 sull'applicazione degli articoli 107 e 108 del Trattato sul funzionamento dell'Unione europea a determinate categorie di Aiuti di Stato orizzontali 
  • Regolamento (UE) 2018/1923 del 7 dicembre 2018 recante modifica del Regolamento (UE) 360/2012 per quanto riguarda il suo periodo di applicazione.
Link: http://www.regione.veneto.it/web/programmi-comunitari/aiuti-di-stato 
ITALIA-SLOVENIA APERTURA BANDO PROGETTI STANDARD N. 7/2019
Lunedì 14 gennaio alle ore 12.00 si è aperto nel quadro del Programma Interreg VA Italia-Slovenia 2014-2020 il nuovo bando per progetti standard. Le proposte progettuali potranno essere presentate fino a venerdì 15 marzo 2019 alle ore 12:00:59.
In occasione dell’apertura del bando sono previste due giornate informative: 
  • il 23 gennaio Udine (Auditorium del Palazzo della Regione autonoma Friuli Venezia Giulia, via Sabbadini n.31) 
  • il 7 febbraio a Venezia (Palazzo della Regione del Veneto “Grandi Stazioni”, Fondamenta Santa Lucia, Cannaregio 23) 
Maggiori informazioni e le agende degli eventi saranno disponibili a breve nel sito ufficiale del Programma (https://www.ita-slo.eu/) e sul nostro blog ( http://coopterritoriale.regione.veneto.it/) . 
Si segnala che trattandosi di un bando mirato le proposte progettuali dovranno contribuire esclusivamente agli indicatori di output di Programma riportati in tabella
eurocooperazioni
Visualizza l’elenco delle aziende straniere che cercano cooperazioni internazionali
 

sportello bruxelles

  
NOTIZIE DALLA sede DI BRUXELLES
Mosaicum Europa
E' disponibile il nuovo numero di MosaicoEuropa, newsletter quindicinale focalizzata sui temi europei clicca qui.
Bruxelles – Italia prima in Ue per export vino con bollicine 
L'Italia è il primo Paese esportatore dell'Ue di vino con le 'bollicine'. Nel 2017, grazie in particolare a Prosecco e Asti spumante, sono stati raggiunti i 367 milioni di litri di vino frizzante italiano esportato, pari quasi alla metà (45%) dell'export totale dei 28. In seconda posizione ma distaccata di quasi la metà arriva la Francia, dove a farla da padrone è lo Champagne, con 184 milioni di litri pari al 23% delle esportazioni europee. E terza, quasi a pari merito, c'è la Spagna, grazie al Cava, con 183 milioni di litri pari sempre circa al 23%. E' la fotografia scattata da Eurostat in occasione delle feste di fine anno. A distanza seguono poi la Germania (31 milioni di litri, 4%) e la Lettonia (10 milioni di litri, 1%). Insieme, quindi, Italia, Francia e Spagna costituiscono il 91% dell'export di vino frizzante prodotto nell'Ue. Il principale destinatario delle bottiglie con le 'bolle' al di fuori del mercato europeo sono gli Stati Uniti, che l'anno scorso hanno acquistato 127 milioni di litri di vino frizzante sui 315 milioni complessivi esportati extra-Ue, pari quindi al 40%. Seguono, ma con quantità decisamente inferiori, la Russia (32 milioni di litri, pari al 10%), il Giappone (26 milioni, 8%), la Svizzera (20 milioni, 6%), il Canada (14 milioni, 4%) e l'Australia (13 milioni, circa 4%). Anche se marginali (7,4 milioni complessivi di litri), le importazioni di 'bollicine' in Europa arrivano principalmente da Australia e Sudafrica (rispettivamente 1,9 milioni pari al 25%, e 1,7 milioni pari al 23%), che insieme costituiscono la metà dell'import. A seguire, altro vino frizzante arriva dal Cile (1,1 milioni di litri, 15%), Nuova Zelanda (0,6 milioni, 8%), poi Argentina, Usa e Moldavia (ognuno 0,4 milioni, 5%).
Bruxelles – Ue verso autorizzazione import soia Usa per biofuel
La Commissione europea si prepara ad autorizzare l'uso di soia Usa per i biocarburanti in Europa fino al 2021. La decisione, in fase di consultazione pubblica fino al 16 gennaio, va interpretata nell'ambito della dichiarazione congiunta firmata dal presidente della Commissione europea Jean Claude Juncker e dal numero uno della Casa Bianca Donald Trump lo scorso luglio.
Nel documento, l'Ue si impegnava ad acquistare più soia dai produttori stelle e strisce, in difficoltà per le tensioni commerciali tra Usa e Cina. Tra il luglio e il dicembre 2018, le importazioni di soia americana nell'Ue sono aumentate del 112% rispetto allo stesso periodo del 2017, rispondendo a dinamiche di mercato che vedono prezzi molto bassi per la materia prima Usa.
Bruxelles - Mercato arance Ue, Spagna resta leader seguita da Italia
Con una produzione di 3,4 milioni di tonnellate su 140mila ettari ed il 61% delle esportazioni totali dell'Ue, nel 2017 la Spagna si conferma leader del mercato europeo delle arance. E' il quadro che emerge da dati Eurostat pubblicati oggi. L'Italia è il secondo paese per produzione, con 1,5 milioni di tonnellate (25% del totale) e precede la Grecia (1 milione di tonnellate, 16%). L'anno scorso, quasi 2,7 milioni di tonnellate di arance, per un valore di 1,9 miliardi di euro, sono state esportate dagli Stati membri Ue, quasi il 90% (2,4 milioni di tonnellate) all'interno dell'Unione. La Spagna è la prima esportatrice in volume e valore, con 1,6 milioni di tonnellate di arance inviate in altri paesi Ue ed extra Ue nel 2017, ovvero il 61% delle esportazioni totali degli Stati membri, corrispondenti a quasi 1,2 miliardi di euro. L'Italia è terza, con esportazioni che valgono meno di 100 milioni di euro, dopo la Grecia con circa 116 milioni.
Bruxelles - Ue-19: commercio al dettaglio +0,6% a novembre
Il commercio al dettaglio nell'eurozona a novembre è salito del +0,6% dopo il +0,6% a ottobre, e del +1,1% rispetto al novembre 2017. Sono i dati Eurostat. Nei 28 l'indice sul mese è salito del +0,7% dopo il +0,4% di ottobre, e del +2,1% rispetto al novembre 2017. Gli aumenti maggiori sono stati registrati in Lettonia (+2,4%), Polonia e Estonia (+2,1% ciascuna), mentre cali si sono registrati in Slovenia (-1,6%), e Austria (-0,5%).
APPROFONDIMENTI
Presidenza del Consiglio europeo: tocca alla Romania. Temi chiave bilancio e futuro dell’Europa
Il 1° gennaio 2019 inizia la Presidenza del Consiglio europeo della Romania, la prima volta dall’ammissione nel 2007. Ecco cosa si aspettano gli eurodeputati rumeni
Per il suo mandato semestrale, la Romania ha stabilito diverse priorità fra cui stimolare la crescita europea, migliorare la competitività, rafforzare la sicurezza interna e promuovere i comuni valori europei quali democrazia, libertà e rispetto per la dignità umana sia in Europa che al di fuori dei suoi confini. La Romania intende anche portare una maggiore attenzione alla lotta al razzismo, alla xenofobia, all’antisemitismo, all’intolleranza e al populismo.
Durante la Presidenza rumena del Consiglio europeo, l’Europa deve anche portare avanti i negoziati per il prossimo budget a lungo termine dell’UE e lo svolgimento della Brexit .
Il 9 maggio 2019 la Romania ospita un vertice informale del Consiglio europeo nella città di Sibiu, durante il quale i leader discuteranno dei progetti in merito al futuro dell’Europa. Quella di maggio 2019 è una data importante: non solo sarà la prima dopo l’uscita del Regno Unito dall’Europa, ma sarà anche l’ultimo incontro prima delle elezioni europee del 23-26 maggio 2019.
Le aspettative degli eurodeputati
Marian-Jean Marinescu, vice Presidente del Partito popolare europeo: “La Presidenza rumena si sovrappone a un’agenda europea ricca di temi scottanti, come l’immigrazione, la Brexit, il bilancio a lungo termine (MFF dall’inglese Multiannual Financial Framework) e, ovviamente, la ridefinizione del futuro dell’Unione europea. Dal mio punto di vista, i negoziati per il budget a lungo termine (2021-2027) sono il banco di prova sia per la Romania sia per l’UE, perché ridefinire il futuro della comunità europea richiede una trasposizione concreta di politiche e finanziamenti”.
Victor Boștinaru, vice Presidente dei Socialisti e democratici: “Mi aspetto un comune accordo per una visione di un’Europa che escluda sia un approccio a doppia velocità, o a più velocità, sia le tensioni nocive al progetto europeo. Questa è la ragione per cui mi piacerebbe credere che il summit di Sibiu possa stabilire una visione in cui prevalgano la solidarietà e l’unità. Mi aspetto, inoltre, che il summit porti a un accordo sul budget. Molto probabilmente con il summit di Sibiu si confermerà l’accordo Brexit e al contempo andrebbero considerati elementi più pragmatici riguardanti le decisioni per un ampliamento delle politiche nei confronti dei Balcani occidentali e per un ripensamento del Partenariato orientale. Credo, infine, che durante la Presidenza rumena debba essere definita in maniera più chiara la politica di difesa dell’Europa”.
Laurentiu Rebega, dei Conservatori e riformisti: “Prima di tutto mi piacerebbe vedere una gestione attiva e intelligente dei tre temi più importanti: il bilancio a lungo termine, le questioni riguardanti la Brexit e le elezioni europee del maggio 2019. Inoltre, sarebbe un’ottima cosa se la Romania potesse rilanciare i progetti di coesione politica, i quali potrebbero anche far rinascere la speranza e la fiducia in tutti i cittadini europei”.
Norica Nicolai, dell’Alleanza dei democratici e dei liberali per l’Europa: “Il primo turno a rotazione per la Presidenza è arrivato, sfortunatamente, in un momento difficile per l’UE e per il mio paese. La Brexit e il bilancio a lungo termine segneranno il futuro dell’Unione europea. In questo contesto di crescita dei populismi e degli estremismi all’interno dell’Unione, spero che la Romania possa consolidare i valori pro-Europa. Confido nella capacità rumena nel gestire questa Presidenza e sosterrò politicamente gli sforzi fatti per finalizzare l’adozione della legislazione”.
eventi
Il 16 Gennaio 2019: “Regions and Cities Initiative - 9th General Assembly Meeting Avenue de la Toison d'Or 56- 60, 1060 Bruxelles
Il 17 Gennaio 2019: “Connected Smart Cities Conference 2019" The EGG Brussels, Rue Bara 175, 1070 Bruxelles Belgium
Il 22 Gennaio 2019: “Horizon 2020 energy efficiency information day” Charlemagne building, Rue de la Loi 170, 1000 Bruxelles, Belgique
Il 29 Gennaio 2019: “Info Day on Implemeting the Human Resources Strategy” Place Madou 1, 1000 Brussels, Belgium
    

sportello apre

  
NOTIZIE
BY-BYE, PARTICIPANT PORTAL!
Il Participant Portal è stato sostituito da un nuovo portale: Funding & Tenders Portal.
Cosa c'è di nuovo?
IL portale Funding & Tenders consente la ricerca di finanziamenti e opportunità di appalto dell'UE e gestire le sovvenzioni e i contratti in un'unica posizione. Che tu sia una PMI che cerca un'offerta per un appalto UE o una ONG che ha vinto una sovvenzione UE, è solo un clic a essere coinvolto.
Perché era necessario?
Il portale Participant Portal è stato istituito, all'inizio, solo per il programma di ricerca e innovazione dell'UE (Orizzonte 2020). Altri programmi UE sono stati aggiunti in seguito, e ora il nuovo portale per i finanziamenti e le offerte ospiterà tutti i programmi UE gestiti a livello centrale in un'unica sede. Inoltre, coprirà i bandi di gara e i relativi contratti di appalto.
Cosa cambia per me?
Non tanto. Sebbene il nuovo Portale possa sembrare un po' diverso, consente comunque l'accesso ai flussi di lavoro elettronici che ti sono familiari. È possibile continuare a utilizzare il nome utente e la password esistenti. Troverai tutti i tuoi riferimenti e dati che hai nel vecchio portale e tutte le funzioni per gestirli. Ricordati di aggiornare i tuoi segnalibri.
Qual'è il prossimo passo?
Oggi il nuovo portale copre circa 15 programmi di finanziamento dell'UE (cioè ci sono ancora programmi gestiti in altri luoghi). All'inizio del prossimo periodo di bilancio dell'UE (2021), il portale coprirà tutti i programmi di finanziamento dell'UE gestiti a livello centrale.
Per i contratti di appalto, la gestione completamente elettronica sarà introdotta gradualmente. Inizialmente, il portale di finanziamento e offerte offre una semplice ricerca sui bandi di gara. Tra qualche anno, i contratti di appalto della Commissione europea saranno gestiti senza carta (le sovvenzioni vengono gestite già oggi).
A partire dalla fine di novembre, gli utenti che accedono al portale dei partecipanti verranno automaticamente reindirizzati al nuovo portale. Molto presto dopo, il vecchio portale verrà spento.
Afferra la tua opportunità e partecipa ai progetti UE ora!
Per ulteriori informazioni clicca qui
SMI2G 2019 
UNIVERSITÉ CATHOLIQUE DE LOUVAIN (UCL), DAL 29 GENNAIO 2019 AL 30 GENNAIO 2019 
Organizzato da: EARTO, SEREN4, EOS, IMG-S
Il 29-30 Gennaio, Bruxelles (Belgio) ospiterà l’edizione 2019 dell’evento “Security Mission Information & Innovation Group” (SMI2G).
L’evento si focalizzerà sulle prossime Call Secure Societies 2019 di Horizon 2020, con l’intento di stimolare occasioni di networking e scambio di buone pratiche.
La partecipazione al Brokerage Event permetterà di allargare la rete di contatti e di discutere le proprie idee progettuali con i practitioners presenti all’evento.
Per ulteriori informazioni: https://bit.ly/2DGq5ji 
  

GOINg abroad, a cura di eurocultura

  
Eurocultura, fondata nel 1993, è un'associazione culturale con sede a Vicenza, che gli è assegnata il compito di facilitare i propri soci nella realizzazione di attività di lavoro, stage, volontariato e formazione all'estero. Il suo obiettivo è di fornire un quadro completo sia delle opportunità all'estero sia delle difficoltà da superare, il che permette ai soci di trovare l'offerta adeguata alle proprie necessità. 

Eurocultura
Via del Mercato Nuovo, 44/G
36100 Vicenza
tel. 0444 - 964 770
fax 0444 - 960 129
info@eurocultura.it  
www.eurocultura.it  
    
    

CONTATTI

  

Per non ricevere la newsletter ciccare QUI
Eurosportello informa - Anno XXIII N 1 2019
Pubblicazione quindicinale di Eurosportello del Veneto
Via delle Industrie 19/d 30175 Venezia-Marghera Tel.041 0999411 Fax. 041 0999401
www.eurosportelloveneto.it e-mail: europa@eurosportelloveneto.it   

Autorizzazione del Tribunale di Venezia n. 1376 del 15/12/00
Direttore Responsabile: Roberto Crosta
Comitato di redazione: Roberta Lazzari

Hanno collaborato: Roberto Bassetto, Chiara Bianchini, Rossana Colombo, 
Stefania De Santi, Laura Manente, Filippo Mazzariol, Ludovica Munari, Luca Pavanato, Samuele Saorin, 
Alessandra Vianello, Alessandro Vianello